Delibere Cronicità

Nel Gennaio 2017 la Regione Lombardia ha approvato la delibera N. 6164 avente come oggetto “GOVERNO DELLA DOMANDA: AVVIO DELLA PRESA IN CARICO DI PAZIENTI CRONICI E FRAGILI. DETERMINAZIONI IN ATTUAZIONE DELL'ART. 9 DELLA LEGGE N. 23/2015” e la delibera N. 6551 avente come oggetto ”RIORDINO DELLA RETE DI OFFERTA E MODALIÀ DI PRESA IN CARICO DEI PAZIENTI CRONICI E/O FRAGILI IN ATTUAZIONE DELLA LR N. 33/2009”.

Fra gli obiettivi della delibera vi è l'affermazione di un modello di presa in carico delle persone con patologie croniche e con fragilità, attraverso un'organizzazione a rete dei servizi che possano fornire risposte appropriate ed efficaci rispetto ai loro bisogni clinici, sociali ed assistenziali, cercando di far collaborare le strutture di cura con il territorio dove tali soggetti risiedono.

La presa in carico avviene attraverso la stratificazione della popolazione lombarda, in base ai bisogni di salute a all'intensità di cura, in 5 livelli di complessità decrescente; tale compito è affidato all'ATS sulla base delle informazioni aggregate della Banca dati Assistito.

Il nuovo modello organizzativo prevede che il responsabile della presa in carico sia un gestore, definendo inoltre nuove modalità remunerative dell'intero percorso, in alternativa al pagamento tradizionale per singola prestazione occasionale.

I gestori dovranno essere accreditati dall'ATS e dovranno garantire, in base ai livelli di stratificazione della domanda, varie funzioni, tra cui la sottoscrizione di un patto di cura con i singoli pazienti, previa definizione di un Piano di Assistenza Individuale (PAI), un documento annuale che preveda il programma di diagnosi e cura, necessario al percorso del paziente, secondo i bisogni della sua classe di appartenenza.

In sintesi il gestore coordina tutto il percorso gestionale della condizione cronica, che inizia con l'arruolamento e la formalizzazione della presa in carico (PAI e patto di cura) e si concretizza con l'attivazione della rete degli erogatori, la fornitura delle prestazioni, la verifica dell'aderenza alle varie tappe del percorso da parte del soggetto “arruolato” e il monitoraggio degli indicatori di processo/esito.

I gestori possono essere i Medici di Medicina Generale se si organizzarono in forma organizzata, come ad esempio una cooperativa, gli ospedali pubblici, convenzionati o privati, oppure strutture sociali o sanitarie (RSA o cooperative di infermieri).

Tutti i cittadini lombardi affetti da una o più patologie croniche potranno, se lo desiderano, firmare un Patto di Cura con un gestore ed aderire alla nuova modalità di presa in carico; per i cittadini non affetti da patologie croniche invece l'assistenza non cambierà rispetto al modello attuale.

Le persone con cronicità manterranno comunque il loro medico di base che si occuperà di tutti gli aspetti della prevenzione e della cura per le patologie non comprese nel piano di cura.

Visualizza allegati:

Allegato 1: Delibera n. 6164 del 30 gennaio 2017 - Governo della domanda: avvio della presa in carico di pazienti cronici e fragili. Determinazioni in attuazione dell'art. 9 della legge n. 23/2015.
Documento PDF - 2 MB   

Allegato 2: Delibera n. 6551 del 4 maggio 2017 - Riordino della rete di offerta e modalita’ di presa in carico dei pazienti cronici e/o fragili in attuazione dell'art. 9 della legge regionale n. 33/2009.
Documento PDF - 3,17 MB